сряда, 17 ноември 2010 г.

Rosmarino e rose

Signor Brusegan nel suo libro "I palazzi di Venezia" scrive che il giardino di palazzo Contarini Dal Zaffo era raffigurato in un bel dipinto di Francesco Guardi, si racconta che qui dipingeva anche Monet. Questo giardino viene celebrato da (l'amato Gabri di Rayna) Gabriele D'Annuzio nella sua opera letteraria Il fuoco, ove il poeta lo definisce "il giardino bacìo" (ossia rivolto al nord, sull'immensità della laguna). Sul libro di Marcello Brusegan ho letto che era restaurato agli inizi del Novecento dalla famiglia Johnston, la quale ebbe l'accortezza di rispettare l'antica disposizione di un tipico giardino veneziano cinquecetesco.


Qui solo noi eravamo nel mezzo del cammin di nostra vita, in quel giardino bacìo tra rose ed altre erbe odorose...

La signora che poi nell'ultimo giardino del melograno ci ha recitato la poesia di Giovanni Pascoli.



Chissà se sono in gamba o no...

lL'ultimo giardino e nello sfondo il Campanile della Madonna dell'Orto

Guardando il melograno prima o dopo che l'anonima signora ci recitava tutta la poesia di Giovanni Pascoli.

Rayna Castoldi

Walter Fano

Diego Fano e Rayna Castoldi

1 коментар: