събота, 27 март 2010 г.

Convito in casa Levi dell'amato Veronese


E' meglio che il titolo di questo post sia ANCORA IMPARO perché ancora non so dirvi che cosa dobbiamo guardare in questa grande tela del Veronese, i personaggi, l'architettura, la composizione, i colori. Non lo so ancora. So però che è difficile guardare questo dipinto dal vivo e di vedere tutto. Non basta andare tre volte nelle Gallerie dell'Accademia per conoscerlo bene. Non basteranno forse 30 volte. Io personalmento non sapevo cosa e dove guardare, ogni volta vedevo particolari diversi.
l'ultima volta ho visto dove il pittore aggiunse la citazione del Vangelo. Non ho ancora visto quel servo al quale stava uscendo sangue dal naso.
So però dirvi altra cosa, una volta quando lo guardavano i giudici ecclesiastici il colore era molto più intenso e luminoso.

3 коментара:

  1. E pensare che Le nozze di cana, l'opera più monumentale di Veronese, una volta conservata nel monastero di San Giorgio, fu RUBATA da quel bastardo di Napoleone e ora si trova al Louvre.. maledetti francesi!!!!!

    ОтговорИзтриване
  2. Ezz,
    non parlarmene, tu che non sei andato a vedere come Chris, il nostro attore divino, parla in quella grande festa! A proposito ho fatto due post per Le Nozze di Cana. Grazie a fondazione Cini dal 2007 nel refetorio del monastero adesso c'e' una copia esegiuta su tela con il meglio delle tecnologie digitali. Sembra fosse l'originale.

    ОтговорИзтриване
  3. lo so e l'ho vista la copia digitale alla Cini! almeno abbiamo preservato il ricordo di ciò che era...

    ОтговорИзтриване