неделя, 7 март 2010 г.

Rio Menuo o de la Verona

Su questa foto oltre l'ospite dell'albergo che prende il caffè mattuno è visibile il palazzo Marcello che si affaccia sul rio di San Luca, proprio di fronte alla facciata verso l'acqua del palazzo Contarini del Bovolo. Il palazzo mi sembrava autentico dai tempi del gotico veneziano ma non lo trovavo segnato nè nella guida di Touring Club Italiano, nè sulla pianta di Venezia allegata alla piccola guida scritta da un certo inglese. Tornata in Bulgaria, con il libro di Marcello Brusegan "I palazzi di Venezia" l'ho trovato quasi per caso e ho letto che il gradevole edificio gotico, rimaneggiato in epoche successive e oggi ben conservato dalla fine dell'Ottocento è di proprietà dei nobili Marcello che, caso unico, ne sono ancora proprietari.
Sul nisoietto che si vede nello sfondo si legge "Rio Menuo o de la Verona" e proprio lì quel "rio minuto" confluisce nel rio di San Luca che da lì in poi viene nominato Rio dei Barcaroli.


Dal sito dell'amico Sergio Piovesan ho capito cosa vuol dire "rio menuo" - "rio munuto". Credo in senso che si può trascorrere in gondola per un minuto. Se sarà così, suona bene. Questo rio che confluisce lì dove Rio di San Luca diventa Rio dei Barcaroli è uno di quei rii veneziani che hanno due nomi. Un altro rio che è conosciuto con due nomi è Rio del Pestrin che viene detto anche Rio del Paradiso che porta verso il Calle del Paradiso con l'ononimo ponte.

Qui vediamo il trafico delle gondole e sullo sfondo la facciata verso l'acqua di palazzo Contarini del Bovolo. E' stato bello quel momento quando ho scoperto di averla fotografata dal ponte della Verona.

Няма коментари:

Публикуване на коментар