сряда, 15 септември 2010 г.

alcuni palazzi nel giorno della Regata

Se si passa in vaporetto sul Canal Grande nella mattinata della Storica si possono vedere delle finestre preparate ed ornate che aspettano chi guarderà la Regata dalle belle aperture gotiche e più moderne cioè rinascimentali o barocche, di questi palazzi da dove per secoli molti fortunati guardavano la Regata. Come era quel detto "Molti, ma non tutti".

Palazzo Barbaro, un bel esempio di struttura archiacuta del primo Quattrocento (qui vediamo solo la parte gotica, perché il palazzo infatti è un complesso di due edifici, uno gotico, l'altro, invece, tra il barocco e il neoclassico)
Dopo l'estinzione della famiglia Barbaro il palazzo fu acquistato nel 1885 dal raffinato americano Daniel Curtis che vi si stabilì con la moglie e che seppe riportare la dimora agli antichi fasti, ospitandovi artisti come Henry James, John Sargent e Cloude Monet. Nel romanzo Le ali della Colomba, Henry James descrive con grande efficacia e poesia proprio le atmosfere delle sale di Palazzo Barbaro, quelle stesse dove ancora vivono i discendenti dei Curtis che hanno saputo conservare questo palazzo con amore e sensibilità.
Da I palazzi di Venezia di Marcello Brusegan

Palazzo Cavalli Franchetti, oggi Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti (acquistato dall'illustre istituto nel 1999) il cui piano nobile ora osprita una mostra di S. Kubrick fotografo

Palazzo Balbi, che si vede di profilo anche nel famoso quadro del Canaletto con la Regata Storica datato circa 1734, oggi è la sede prestigiosa della Regione Veneto

Palazzo Da Lezze, acquistato da Luca Da Lezze del ramo di San Vidal, attorno al 1470 per poche centianaia di ducati d'oro dai fratelli Stefano e Vittore Zancani, presenta tutte le caratteristiche del gotico maturo, si trova in curva del Canal tra Palazzo Erizzo Nani Mocenigo e a una distanza di gondola da Palazzo Moro Lin conosciuto anche come il Palazzo con le 13 finestre.

Palazzo Erizzo Nani Mocenigo, molto ben conservato, con il fronte tutto in mattoni, con molte aperture tardo gotiche, si possono vedere i due piccoli stemmi Da Lezze, della seconda metà del XV secolo, posti tra le coppie di monofore del primo piano nobile.


Una vista del Canalazzo nel tratto dalla curva al Ponte di Rialto, si vede anche la tribuna con i sedili azzurri di San Tomà da dove alcuni che hanno comprato in tempo i biglietti guarderanno la Regata Storica.

Il mio preferito palazzo rinascimentale sul Canal Grande - Palazzo Contarini delle Fugure, dove una volta alloggiava Andrea Paladio ed immediatamente dopo il gotico Palazzo Erizzo Nani Mocenigo con i due piccoli stemmi sulla facciata della famiglia Da Lezze (da Lecce in venexiano). Chi sa guardare bene riconscerà questi due palazzi nel quadro di Canaletto con la Regata Storica datato 1735 circa.

Canaletto, Regatta on the Canale Grande, c. 1735
Oil on canvas, 117 x 187 cm
National Gallery, London

Няма коментари:

Публикуване на коментар