сряда, 22 септември 2010 г.

Venezia ed io

Pubblico qui qualcosa che mi ha scritto ieri mattino mentre dormivo nel taccuino mio marito, me l'ha scritto in bulgaro e non lo traducco. Chi è curioso di leggerlo, può usare il servizio del Google tradutore (che ogni tanto è un poeta).

Per illustrare questa specie di poesia allego due foto che ho fatto (quasi di nascosto) di due dei miei amici veneziani, amici che mi sono diventati molto cari, ed oltre amici sono amati personaggi della commedia che scrivo.


Бебче, ти влезе (най-накрая) в истинската
Венеция:

Венеция отвъд фасадите, отвъд кананалите,
отвъд музеите -

Венеция на хората:
дишаща, дъхтяща, пламенна и страстна.

Венеция, която е като теб.

Венеция - Емилия.


2 коментара:

  1. Il traduttore automatico non è stato in grado di tradurre proprio tutte le parole, ma quello che traspare mi piace...

    ОтговорИзтриване
  2. Grazie, Walter,
    guarda che figo quello dal microfono tra le foto del post di seguito, eh! E' il Fotografo della Commedia, sai?

    ОтговорИзтриване