понеделник, 27 септември 2010 г.

il Signore della Corte del Leon Bianco sul ponte

Era il sabato prima della domenica della Regata Storica, quel sabato, il giorno del nostro bellissimo giro mattuttino per i canali di Venezia. "Questa è una impagabile" diceva Rayna stupita, sbalordita. La batteria della mia digitale si è spenta dopo un'ora e mezza credo uso senza tregua quando siamo usciti davanti al piazzale della Stazione. Subito dopo che siamo usciti in Canalasso dal Rio dei Tolentini o Rio di Santa Croce, l'ultima foto l'avevo fatto a S. che si metteva il fermaglio per i capelli.
Dunque i foto documenti che abbiamo delle due ore successive son state presi con la camera di Rayna. Abbiamo passato per le sue amiche sul Ponte di Rialto, la legaturiera e la sciarpiera (se non sbaglio le parole), ma loro non c'erano nel loro negozi. Poi siamo andate a vedere (in quest'ordine) Corte Morosini, Corte Amadi (dove abbiamo visto Corto Maltese), Campiello del Remer (dove all'approdo abbiamo visto "ormeggiata a una guardia che stava in piedi" la barca, pardon, lo yacht di Louis Vuitton), Corte del Leon Bianco dove quel Signore della Corte del Lion Bianco chi ha aperto la porta per vedere la lapide di Zago, ma prima di vedere lo scallone guardavamo per un minuto Campo Santi Apostoli mentre eravamo sotto le arcate del Palazzo Falier e Rayna ho ripreso il campo da lì con la camera. Il giorno era bellissimo e in quel momento il campo sembrava pieno di vita e di colori, il Campanile alto alto, con l'inconramento barocco, bello e snello, l'atmosfera creatasi era stupenda.


E proprio in quel momento sul ponte passava il Signore con il quale tra qualche minuto avremmo parlato. Rayna l'aveva ripreso mentre percorreva il ponte (è quello dalla maglietta azzurra) e se ne è accorta oggi credo o ieri. Oggi mi ha mandato queste due foto. Che strano, lui era ripreso nel filmato in un momento precendente di quello in cui l'abbiamo conosciuto.

immagini del filmato di Rayna

1 коментар: