четвъртък, 4 март 2010 г.

la maschera della ragazza che si è sacrificata


nel film del grande Stanley Kubrick dell'anno 1999 Eyes Wide Shut

Credo che questa maschiera piumata sarà ricordata così.
Questa foto l'ho fatta alla mostra a Sofia delle maschere veneziane organizzata per il Carnevale 2010 dall'Istituto Italiano di Cultura.
Però le maschere utlizzate nel film di Kubrick Eyes Wide Shot erano prodotte a Venezia dalla Bottega delle Mascareri, un laboratorio che effettua solo produzione artigianale in cartapesta. Le maschere vengono tutte costruite e decorate interamente a mano. Oggi Massimo, Rita e Sergio fin dal 1984 lavorano con la stessa passione che fu degli antichi maschereri di Venezia. Li potete trovare dalle 9 alle 19, tutti i giorni, nelle due botteghe. La prima si trova a cinquanta metri dal Ponte di Rialto (S. Polo, 80). La seconda è in Calle dei Saoneri (S. Polo, 2720).
qui allego e un link al blog di Fausto per potete vedere le sue foto che aveva fatto lì

2 коментара:

  1. l'ho rivisto da poco questo film - mi è piaciuto per la prima volta,
    ma Venezia mi è sembrata un pò troppo iconizzata, tu cosa dici?

    ОтговорИзтриване
  2. Rayna,
    (è strano rivolgermi così a te invece del nostro deminutivo preferito)Venezia nell'film esisteva solo nelle maschere, il nome della città non era nemmeno menzionato, e infatti era presentata come quello che è - un sogno..

    Film è tra i miei 20 preferiti, mi piace molto e lo rivedo ogni volta con piacere anche nelle più delle volte mi addormento a metà e mi sveglio per la fine, così ogni volta mi perdo delle scene ma qui uno dei prossimi giorni cito un critico italiano di nome Maurizio Porro che aveva scelto 10 scene di questo film che saranno entrato nella storia del cinema.

    ОтговорИзтриване