вторник, 25 май 2010 г.

Altre cose che si possono fare a Venezia (una continuazione)

Entrare in un palazzo privato (durante la Biennale, ingresso libero)


Visitare palazzo Venier dei Leoni dove abitava la grande collezionasta d'arte moderna la staordinaria Peggy Guggenheim ed ammirare la sua fantastica collezione (il biglietto costa 10 euro) Una volta, quando Peggy era ancora viva l'inresso nel giardino con le sculture era libero tutti i giorni dalle 10 alle 13 e domenica anche dalle 15 alle 18 ma oggi si possono vedere anche i quadri appesi nelle camere della sua casa, il quadro di Francis Bacon con lo scimmione che era nella sua camera da letto e quella bellissima opera di Alexander Calder che faceva la tastiera d'argento del suo letto. Lì si può vedere anche una bella raccolta dei quadri futuristi on long-term loan from the Gianni Mattioli Collection and also temporaly exhibitions organized behind the Museum Café. (Io mi sono fermata dopo i futuristi, dopo aver visto la Torre Rossa di Giorgio de Chirico.)


Vedere tra le sculture della Peggy Guggenheim Collection "The Wish Tree" di Yoko Ono, l'olivo che l'innamorata di John Lenon aveva "regalato" nel 2003 with love a Peggy. (Questo tra l'altro corrisponde a un suo progetto artistico degli ultimi anni con tanti Wish Trees in Pasadena)


Vedere la tomba di Peggy nel giardino, il giardino per il quale lei aveva comprato palazzo Venier dei Leoni, perchè ne aveva bisogno di un bel giardino per le sculture della sua collezione e i suoi cagnolini


Fotografare un simpaticissimo cane amato dal suo padrone


Vedere e fotografare almeno uno dei famosi gatti veneziani


Fotografare delle belle ragazze in tacchi e minigonne o pantaloncini


Nel pomeriggio riposare in una panchina in Campo Santi Apostoli e sentire le chiacchere delle signore veneziane accanto


La sera ascoltare il pianista che suona il pianoforte all'aperto al bar in Campo Santi Apostoli


Posare sul Ponte dell'Accademia


La sera ascoltare le orchestre di San Marco


Ascoltare Joseph Miotti's band che qualche anno fa si esibiva sul podium di "Gran caffé Quadri" e ora è sul podium di quel caffè in piazzetta, tra le arcate della Biblioteca (Purtroppo in questa foto proprio Joseph Miotti è sfuocato, ma quella sera suonava il violino, ve lo faccio vedere un'altra sera quando suonava il sassofono in camicia bianca, a luglio 2009 quando suonavano il repertorio più classico erano in camice nere, quando suonavano un repertorio più jazz e il leader era con il sax tutti e quattro indossavano delle camice bianche)


Scoprire un giardino nascosto


Visitare l'università Ca' Foscari in una visita guidata


Visitare l'ufficio del Cancellier Grande e vedere tutti gli stemmi dei Cancellieri Grandi nella "sala galleone" per proseguire poi negli itinerari segreti nel Palazzo Ducale e vedere le celle sotto "i Piombi" da dove era fugito Giaccomo Casanova (il biglietto costa se ricordo bene 16 euro ma è bello fare questo percorso con una guida locale che sa tutto e sa recitare, non solo spiegare)


Andare la mattina presto in Pescheria e imparare i nomi di tutti i tipi di pesce leggendoli sulle etichette


Fotografare i poliziotti o i carabinieri solo di spalle, infatti non si mettono in posa per i turisti


Vedere i vigili del fuoco andare in massima velocità o se si abbia il rilesso di Daisuke Ido anche fotografarli. Se siete in vaporetto o in gondola sentirete le onde che provoca nel canale la loro barca veloce



Fotografare the African bag-sellers che a differenza dei gatti si possono vedere spesso ancora



Visitare il Cimitero in isola di San Michele


Trovare la tomba di Ezra Pound e anche quella di Iosif Brodskij



___

La foto con i pompieri è di Giorgio Ferretto alias Daisuke Ido ed è intitolata da lui "Vigili di fuoco sotto il ghiaccio". Some rights reserved.

3 коментара:

  1. Bello! mi piace un sacco questa guida di cose da fare in ordine sparso!

    (per la cronaca il gatto che hai fotografato è una gatta, un amico veterinario mi spiegò una volta che geneticamente solo le femmine possono essere di tre colori)

    ОтговорИзтриване
  2. Grazie, Walter,
    leggendo le tue parole che era una gatta, pensavo che la conoscevi, visto che i gatti a Venezia sono ormai pochi, ma poi ho letto il resto e ho imparato una cosa nuova, che nel mondo dei gatti solo le femmine possono essere di tre colori.

    ОтговорИзтриване
  3. Fausto,
    risulta che un/a gatto/a a Venezia l'avevo visto ed addiritura l'avevo scattato ma l'avevo dimenticato, l'altro ieri ho visto la foto e me lo sono ricordata. Comunque ora penso di scrivere la mia guida in questo modo, che ne dici? Dovrò continuare? E fare diversi capitoli: Cose da fare per sestieri, Cose da vedere in Palazzo Ducale, Cose da fare in piazza San Marco. Cose da ammirare nella Basilica di San Marco...ecc. ecc.

    ОтговорИзтриване