сряда, 26 май 2010 г.

verso il ponte votivo in quella domenica del Redentore 2009

Eccoci sulla fondamenta verso le Zattere e il ponte votivo lungo in tutto 330 metri che collega le Zattere con la chiesa del Redentore, innaugurato sabato sera alle 19, ma noi non lo sapevano e l'abbiamo visto domenica nel tardo pomeriggio. Se lo sapevano andavamo lì anche domenica la mattina.


Le Regate del Redentore, a cura dell ' assessorato al Turismo del Comune, non ce le abbiamo perse. Avevamo letto il manifesto con il programma:

16.00 giovanissimi su pupparini a due remi
16.45 uomini su pupparini a due remi
17.30 campioni su gondole a due remi

Ma nel programma non era scritto che il punto di partenza ed arrivo era davanti al Tempio votivo del Redentore. E così non non sapevamo che il percorso di questa regata poteva essere seguito dalle fondamenta che costeggiano il Canale della Giudecca. Mi vergogno di confessarlo ma me le immaginavo quelle regate in Canal Grande e dopo la spiaggia e la doccia in hotel non siamo seduti per prima e l'ultima volta per uno spritz in un bar in riva del Ferro guardando l'arco del ponte del Rialto. Poi abbiamo preso il vaporetto e siamo scesi all'imbarcadero della Salute e da lì abbiamo prosegiuto verso la Punta della Dogana e proprio da lì abbiamo visto il ponte votivo e abbiamo capito dove erano appena finite le regate. Così abbiamo perso la parte sportiva della festa, ma ci rimaneva alle 19 santa Messa votiva nella chiesa del Redentore alla Giudecca, presieduta dal patriarca Angelo Scola, nella presenza dei parroci e le autorità cittadine.


In segno di rinraziamento per la fine della peste, nel 1577 il Senato ordinò la costruzione della Chiesta del Redentore alla Giudecca. Ogni anno, da quel momento, il Doge, i membri del Senato e tutta la città intera, celebrarono l'evento attraversando un ponte votivo costituito da barche che conduce da Dorsoduro all'isola della Giudecca, per poter accedere a piedi alla Chiesa del Redentore.

Ormai non si usano più barche per la costruzione, si usano dei grossi palli e piattaforme.

Няма коментари:

Публикуване на коментар