понеделник, 10 май 2010 г.

Basilica di Santa Maria Assunta




Una foto scattata prima di entrare nella cattederale di Torcello. Dedicata a S. Maria Assunta, risale agli interventi di ampliamento nel 824 e di parziale ricostruzione nel 1008 della primitiva chiesa, fondata nel 639 per trasferirsi la diocesi di Altino. Dentro la chiedsa, a sinistra dell'altare si può vedere l'iscrizione originaria della fondazione della chiesa nell'anno 639. Questo è il può antico documento di storia veneziana. Noi però non l'abbiamo visto. In questa foto si vede che alla cattederale dal nartece è la chiesa Santa Fosca. La funzione del nartece si capisce benissimo nei giorni di pioggia.





Una foto che avevo scaricato dal blog di Anne, dedicato alle chiese di Venezia, io non ho nemmeno provato di fare delle foto nella chiesa. Nel fondo di vede il cantino della cappella maggiore con il mosaico dal XIII sec. che raffigura una Madre di Dio con il Gesù bambino che dà una grande sensazione di prottezione a chi la guarda. Non metto qua altre foto da internet perché si deve ammirare dal vivo. Il biglietto per entare nella chiesa costava 5 euro. Ma quando uno entra e vede gli straordinari mosaici della controfacciata, interamente coperta dal Giudizio Universale si sente completamente apagato. Un capolavoro splendente della scuola veneto bizantina dalla fine del XI sec. al sec. XIII con rifacimenti parziali dela metà XIX secolo. Tutto un poema fatto di tessere brillanti.


La strututa attuale della basilica dedicata a Santa Maria Assunta è preceduta dai resti del battistero datato VII sec. e da un nartece (nartex) iniziato nel sec. IX ma ampiliato nel sec. XIX-XV, molto utile anche oggi quando piove.




Il campanile, in cui si può salire (il biglietto costava 3 o 5 euro) è uno dei più alti della laguna. Noi però siamo andati a Torcello per vedere i mosaici di Torcello che ricordano i modelli bizantini che erano un modello di riferimento dal XI al XII secolo nella laguna.



Няма коментари:

Публикуване на коментар